Please, Stay with Me.

"Mi chiedono 'Ma sei felice?' io non si che dirgli" •Low Low•

2.357 note

Avrei voluto vivere negli anni ‘50. Avrei voluto un armadio pieno di vestiti a pois, di quelli dalla gonna ampia che ti fa venir voglia di girare su te stessa. 
Avrei voluto passare pomeriggi con i bigodini in testa nella sala di un parrucchiere di provincia, a chiacchierare con le amiche. Avrei voluto portare fiori tra i capelli, come fosse sempre primavera. E, il sabato sera, organizzare feste nel salotto buono della mamma, una di quelle feste in cui basta un giradischi e una buona compagnia a creare l’atmosfera. Mi sarebbe piaciuto andare al ballo della scuola, e ballare il rock ‘n’ roll tutta la notte, come a volte fa mio padre nei giorni di festa. E poi bere la Coca Cola nelle bottiglie di vetro, guidare una Cadillac con il vento tra i capelli e fare il bagno d’estate con il costume intero. Avrei voluto pranzare al tavolo di un fast food americano, di quelli con il pavimento a scacchi e gli sgabelli in pelle e poi scegliere la mia canzone preferita al jukebox, perchè, vi assicuro, quella canzone avrebbe avuto tutt’altro suono. E tutt’altro valore. Avrei voluto vivere nell’epoca in cui c’era ancora il corteggiamento, quello vero. E i baci fuori al portone di casa avevano ancora la loro magia. L’epoca in cui non esistevano cellulari, tablet, tantomeno Whatsapp. E l’unico modo di amare era guardarsi negli occhi. 
(via thesmelloflowers)

(via non-mi-lamento)

38 note

Ma sono davvero l’unica che non odia settembre? Non ditemi che non sono belle le serate più corte, per fumarsi una sigaretta in terrazza a guardare le stelle. Le giornate iniziano a diventare più fredde e si inizia a mettersi le prime felpe. Si inizia la scuola, cosi si fa qualcosa durante il giorno, piuttosto di deprimersi a casa sul divano a non fare un cazzo. Poi si vedono i vecchi compagni di classe, o nuovi. Rivedi a scuola qualcuno che ti cambierà la vita, oppure troverai un nuovo amore. La voglia di alzarsi presto non c’è, ma ti alzi dal letto comunque. Questo è settembre. Si riinizia. Tutti lo prendono come un dramma ma secondo me è una seconda possibilità. Settembre è una speranza per noi giovani. Che poi alla fine ogni giorno si vive al meglio, non a deprimerci perchè inizia la scuola o perchè finiscono le vacanze e inizia il freddo. Non avete proprio capito un cazzo.
(via fumolacrime)

(via -occhipienidite59-)